Ecco alcuni trucchetti per essere indicizzati da Google in maniera molto rapida…

Vi sarà forse capitato di ricevere alcune email (spesso puro spamming) che offrono la possibilità di farvi ottenere l’indicizzazione del vostro sito e quindi l’inclusione dello stesso nell’indice di Google entro 24/48 ore.

Un’offerta di questo tipo incontra il desiderio di tutti i webmaster del mondo in quanto avere un sito non presente in Google significa rinunciare ad una enorme visibilità e spesso a vedere il proprio business stagnante, limitato o addirittura improduttivo.

La comparsa di simili messaggi pubblicitari pone la gente comune nella condizione di chiedersi se davvero la cosa sia possibile e lascia pensare di essere di fronte o a scaltri truffatori in realtà non capaci di realizzare le promesse fattei oppure a dei veri maestri nell’arte delle tecniche di ottimizzazione (seo marketing) in possesso di chissà quali avanzate formule “top secret”.

In realtà le cose sono piuttosto semplici in quanto essere indicizzati da Google in meno di 48 ore è un’operazione tutto sommato abbastanza semplice ed anche alla portata di qualunque webmaster.

Andiamo con ordine e illustriamo prima di tutto ciò che assolutamente NON VA fatto.

La seguente url sarà sicuramente assai familiare a molti webmaster

Si tratta del submission form di Google, ovvero di una pagina web mediante la quale Google invita a inserire l’url dei domini non ancora conosciuti e presenti nel suo database, annunciando che una volta che il form sarà compilato ed inviato, il sito web indicato sarà incluso nell’indice di Google in un tempo medio di circa 6 settimane.

Al di là del fatto che sei settimane corrispondono ad un periodo di tempo non brevissimo, ciò che ci preme dire in questa sede è: NON utilizzate mai questo form di inclusione.

Queste pagine preposte alla compilazione di form da inviare ai motori di ricerca per ottenere l’indicizzazione del sito non vanno mai utilizzate, né nel caso di Google, né nel caso di qualsiasi altro motore di ricerca come Msn, Yahoo! Altavista ecc. (discorso diverso è, ovviamente, per le directory).

Allora come si può fare per vedere il proprio sito indicizzato i meno di 48 ore?

Ci sono diversi metodi, ma per coloro i quali dispongono di siti web appena registrati (o registrati nel corso dell’ultimo anno) le strade maestre da seguire sono due:

Metodo 1.

Come prima cosa occorre aver chiaro in che modo i motori di ricerca riescono a trovare altri siti web (ovvero siti diversi da quelli già presenti nel loro indice). Il modo è semplice: lo spider del motore di ricerca torna periodicamente a visitare tutti i siti web presenti nel suo indice ed ogni volta svolge accuratamente l’operazione di seguire tutti i links che incontra, siano essi interni al sito (ovvero collegamenti ad altre pagine del sito in questione), sia esterni e quindi link che puntano ad altri siti web. A questo punto lo spider si reca a visitare il sito web linkato visitando e indicizzando le sue pagine web. Questa operazione viene detta “crawling”.

Nell’esempio di cui all’immagine 2, quando Google si reca a visitare questa pagina web già presente nel suo indice, scoprirà conseguentemente alcuni links verso altri siti i quali nell’esempio sono:

  • www.weightlossarticles.com,
  • www.dietlinks.com,
  • www.weight-by-date.com.

Immaginiamo ora che voi siate proprietari del sito www.miosito.com Il quale non è presente su nessun motore di ricerca, dai quali, pertano, non è conosciuto. Come faranno i motori di ricerca a trovare il vostro sito? Semplicemente seguendo tutti i links che portano ad esso durante la fase di crawling dello spider. Ora che lo sappiamo ciò tutto ciò che ci resta da fare è trovare siti web che siano già indicizzati in Google (e, possibilmente, anche sugli altri motori di ricerca, in particolare su Yahoo! e Msn) e fare in modo che inseriscano dei links al vostro sito. Tutto giusto, però, si potrà pensare, non è cosa facile quella di convincere altri webmaster a linkare al vostro sito a meno che non abbiano alcun incentivo per farlo.
Nessun problema. Esiste un metodo molto semplice (e gratuito) per ottenere decine e decine di links e consiste semplicemente nello scrivere un articolo relativo agli argomenti ed ai contenuti trattati nel vostro sito web. Se il vostro sito è: www.dimagrire.it allora un buon titolo per il vostro articolo potrà essere: “10 diete per dimagrire e per perdere un chilo di peso alla settimana”: in fondo all’articolo sarà essenziale inserire una nota descrittiva dell’autore ed un link al vostro sito web. Una volta realizzato l’articolo, seguendo le indicazioni suddette, è possibile ottenere la pubblicazione dell’articolo su una moltitudine di siti web che sono proprio preposti a questo scopo. Esistono infatti intere directories ed indici di articoli, su tutte le materie e gli argomenti, presso i quali è possibile ottenere la pubblicazione online. Una volta che il vostro articolo sarà on line ecco che avrete ottenuto in modo semplice un link al vostro sito da parte di un sito già indicizzato e presente sui motori di ricerca. Le directories ed i servizi di pubblicazione di articoli online sono moltissimi (ad es. www.goarticles.com – ma basta fare una query su Google con la parola chiave “submit articles” per vederne catalogate a dozzine) e più articoli pubblicherete e più directories e servizi in linea utilizzerete, maggiori, conseguentemente, saranno le possibilità che questi links siano visti e visitati da parte degli spiders dei motori di ricerca. Generalmente le directories di questo tipo sono aggiornate di continuo e poiché offrono al pubblico contenuti sempre “freschi” sono visitati molto frequentemente dagli spiders, anche giornalmente. Ecco che così in un lampo il vostro sito sarà anch’esso indicizzato su Google e sugli altri motori di ricerca. Di seguito per comodità e maggiore conoscenza del lettore, sottoponiamo un elenco di oltre 40 article directories dove potrete pubblicare i vostri articoli ed ottenere una moltitudine di links.

Elenco delle Article Directories:

1.http://www.goarticles.com
2.http://www.ezinearticles.com
3.http://www.articlecity.com
4.http://www.certificate/wwio/
5.http://www.amazines.com
6.http://www.articledashboard.com
7.http://www.article-directory.net
8.http://www.submityourarticle.com/articles/
9.http://www.magportal.com
10.http://www.isnare.com
11.http://pubs.acs.org/hotartcl/
12.http://www.article-hangout.com
13.http://www.webarticles.com
14.http://www.articlecube.com
15.http://articles4content.com
16.http://www.article-buzz.com
17.http://www.free-articles-zone.com
18.http://www.newarticlesonline.com
19.http://www.articletogo.com
20.http://www.articleworld.net
21.http://www.impactarticles.com
22.http://www.articlealley.com
23.http://www.directorygold.com
24.http://dir.salon.com
25.http://www.articlefever.com
26.http://www.content-articles.com
27.http://www.softwaremarketingresource.com/marketing
article-directory.html
28.http://www.niche-article-directory.com
29.http://www.jogena.com/articles/articleform.htm
30.http://news.collectors.org
31.http://article-niche.com
32.http://blogtelecast.com
33.http://superpublisher.com
34.http://www.articlecentral.com
35.http://www.article-directory.net
36.http://www.article-emporium.com
37.http://www.ebooksnbytes.com
38.http://www.ideamarketers.com
39.http://www.internethomebusinessarticles.com
40.http://www.site-reference.com
41.http://www.stickysauce.com

Metodo 2.

Manteniamo l’esempio di prima e diciamo che siate i titolari del sito www.dimagrire.it. Andiamo su Google e facciamo una ricerca basandoci sui contenuti del sito (utilizzando query di ricerca come: “perdere peso”, “diete”, “dimagrire”, ecc.). In risposta alla query Google ci mostrerà i siti maggiormente attinenti ed importanti tra i risultati delle prime due pagine web. Visualizziamo i siti che Google propone tra i suoi risultati e facendo particolare attenzione al loro page rank. Una volta individuati i siti più rilevanti (ad esempio quelli con page rank di 5/10 o meglio ancora 6/10) si andranno a ricavare da questi siti le informazioni per contattare i titolari di essi. Fatto ciò si potrà scrivere una mail chiedendo di scambiare un link e se la lettera sarà stata scritta in modo gentile e professionale, sarà possibile ricevere una risposta positiva. E’ ovvio, tuttavia, che per persuadere qualcuno ad inserire un link verso il vostro sito, occorre offrire una buona ragione. Se la vostra attività è collaterale e in qualche modo collegata a quella del sito avrete forse alcune chances, viceversa se siete concorrenti diretti nello stesso mercato è ovvio che sarà ben difficile ottenere il link anelato. Se avete la possibilità di far ottenere al vostro sito un link da un sito che possiede 6/10 di page rank sarete con tutta probabilità indicizzati da Google in meno di tre giorni; se siete in grado di ottenere un link da un sito con un page rank di 7/10 sallora otterrete l’indicizzazione in meno di 24 ore.
E’ vero però che è cosa praticamente assai difficile riuscire a fare uno scambio di link tra un sito (come quello del nostro esempio) che ancora non è indicizzato e il cui page rank, conseguentemente, è di 0/10 con un sito di 6 o 7/10. I siti con page rank così elevato non trarranno infatti alcun beneficio dallo scambio link che andrebbe interamente a favore del sito con page rank zero.
Ma esiste un’altra strada: ovvero quella di “comprare” un link per un solo mese!

Esiste sul web infatti la possibilità di comprare links da siti con elevato page rank (rintracciabili per contenuti e livello di page rank) ed il modo più semplice e veloce per ottenere links di questo tipo è visitare gli appositi siti di brokers (ebbene sì si fa brokeraggio anche con i links); di seguito citiamo i più importanti siti del mondo:

www.textlinkbrokers.com
www.text-link-ads.com
www.linkadage.com.

L’acquisto di questi links è costoso ma è possibile comprare un link per un periodo di tempo molto limitato (come ad esempio un solo mese) da siti con page rank 7 corrispondendo un importo di circa 150 dollari. Se il fine dell’operazione è quello di ottenere una rapida indicizzazione non sarà il caso di ripetere l’acquisto anche per il mese successivo, perché nel giro di 48 ore il sito sarà sicuramente indicizzato da Google e dagli altri motori di ricerca.

Abbiamo dunque portato alla vostra attenzione due esempi per essere indicizzati da Google in meno di 24 ore in modo semplice e veloce. D’ora in poi quando riceverete email con proposte di indicizzazione in tempi immediati da parte di sedicenti guru internazionali nel campo del seo marketing, dell’indicizzazione de l posizionamento sui motori di ricerca, potrete fare un bel sorriso.

Il trend di Google è di mantenere sempre aggiornato il suo database. Tempi per l’indicizzazione: mediamente da 48 ore a 2 settimane

[ad#ad-3]


Lascia un commento